Il ricordo

Scompare il barista e pasticcere Vincenzo Santovito

È stato testimone e protagonista dei matrimoni negli anni 50, quando i banchetti duravano tre giorni

Cronaca
Andria giovedì 04 agosto 2022
di La Redazione
Vincenzo Santovito
Vincenzo Santovito © n.c.

Si è spento, all'età di 94 anni, Vincenzo Santovito, noto barista e pasticcere andriese che, assieme ad altri pochi suoi colleghi, ha dettato gusti e consolidato tradizioni gastronomiche locali. Ha iniziato da piccolo a coltivare la sua passione di barista e successivamente di innovativo pasticciere.

Proprietario dal 1954 del bar “Santovito” in piazza Della Disfida (Ruggero Settimo) successivamente proprietario dello storico bar “La Belle Epoque” dal 1967 fino al 2012 nell’attuale stessa piazza Ruggero Settimo. 

Organizzatore di matrimoni negli anni '50, quando i festeggiamenti duravano tre giorni, menzionato nel cortometraggio e docufilm andriese “La Zoite” quale ultimo “caffttir”. 

Conosciuto per la sua specialità “L Stdint”, dolce del tipo strudel comprato dagli studenti tutte le mattine per andare a scuola e per la famosa cassata alla crema di torrone e cioccolato detta “u mizz-pzz” che si mangiava durante i giorni della festa patronale.

Lo ricordano con amore i figli Savino, Felice e Grazia. 

Stamane alle ore 10 si è svolta la benedizione del feretro presso il Cimitero, alle ore 17 sono invece previste le esequie presso la Chiesa di Sant’Angelo.

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Filippo Roberto ha scritto il 06 agosto 2022 alle 22:40 :

    Venerdì mattina ho saputo da mia sorella Carmela la triste notizia.😥Caro "Ummà Mngginz"sei stato il mio maestro pasticcere durante la mia adolescenza,e qualche mese fà t'avevo citato in una mia diretta fb mentre preparavo u "naspr" cioè lo zucchero fondente proprio come me lo insegnasti tu quando avevo 14 anni mentre giù nel laboratorio della tua pasticceria . Le montate leggere , quelle pesanti ,le basi per i gelati comuni le cremolate, cassate, torte gelati,i timbanetti"Timballi di tagliatelle con il classico ragù con le polpettine , preparato per asporto alla domenica per i pranzi ma anche per le cresima prime comunioni di cui andavo a "servire" nelle case dei clienti.Proprio 3 giorni fà ne parlavo con il mio chef.. 😥 Sentite condoglianze cara sig. Nunzia , Grazia Savino, Felice. Ps. Rispondi a Filippo Roberto

  • Paolo Simone ha scritto il 06 agosto 2022 alle 05:18 :

    Le mie condoglianze ai figli Savino, Felice e Grazia e parenti per la scomparsa del papà Vincenzo Santovito. Chi vi scrive è Simone Paolo figljo di iGjuseppe con il nomignolo CARRAMBONE che ho abitato in Andria in via Orsini, 8-10-12 esattamente quasi difronte al Bar "" la Belle Epoque "" e sono nato e cresciuto sempre in piazza della Disfida sino all'età di 35 anni dove sono nati, in casa, anche i miei due figli maschi ( Marcello e Alessandro), la femmina Vanessa presso l'ospedale Bonomo. Quanti ricordi ho di Vs padre Vincenzo e Vs madre signora Vurchio. Quanti gelati, paste pasticcini e caffè ho consumato presso la BELLE EPOQUE compresa la mia famiglia di origine. Vostro padre fece il matrimonio di mia sorella Fausta ( detta TITINA) al locale di PELLEGRINO nel lontano 1952. Rispondi a Paolo Simone

  • Angela Fortunato ha scritto il 04 agosto 2022 alle 20:17 :

    Ho appena letto la triste notizia. Compare Vincenzo era un uomo pacifico,sempre disponibile, buono.Io e i miei familiari lo ricordiamo e lo ricord per le sue ineguagliabili pizze rustiche e cassate. Lo ricorderemo sempre nelle nostre preghiere. Un forte abbraccio a Sabino, a Felice e a Grazia. Rispondi a Angela Fortunato