Deleonardis: «Inconcepibile aut aut, atteggiamento arrogante oltre che sgarbo istituzionale verso il Sindaco di Andria»

Villa Gaia, i vertici della cooperativa disertano il tavolo della trattativa

«Da un anno senza stipendio e le lavoratici che, intanto, hanno deciso di andare via, con le prime dimissioni firmate nella scorsa estate, non hanno ancora visto neanche un centesimo di Tfr»

Cronaca
Andria giovedì 21 marzo 2019
di La Redazione
De Leonardis, Cgil Bat
De Leonardis, Cgil Bat © nc

Da un anno senza stipendio e le lavoratici che, intanto, hanno deciso di andare via, con le prime dimissioni firmate nella scorsa estate, non hanno ancora visto neanche un centesimo di Tfr, benché si suppone che debba essere accantonato. È la vertenza che riguarda Villa Gaia, la cooperativa sociale che ad Andria svolge una serie di attività riferite all’assistenza ed ai servizi alla persona, giunta ad un punto della trattativa in cui i vertici della cooperativa non solo non si presentano al tavolo della trattativa, convocato ieri pomeriggio a Palazzo di Città dal sindaco Nicola Giorgino, ma pongono il sindacato di fronte ad un “aut aut”. Per garantire ai lavoratori il rispetto dei loro diritti, ed in particolare la retribuzione che egli spetta, la Cgil aveva avanzato la proposta di rateizzazione delle spettanze arretrate in 12 mesi, fatta salva la certificazione dei crediti vantati dalla cooperativa ed un piano di servizi da offrire alla collettività tale da garantire la continuità delle attività. Di fronte a queste istanze, Villa Gaia risponde con una diversa proposta di accordo, ovvero con una riduzione del 12 percento delle retribuzioni maturate ed una rateizzazione fino a sei anni del Tfr senza alcuna certificazione della provenienza dei crediti vantati.

L’ultimo atto riguarda una lettera inviata al sindacato dal legale di Villa Gaia in cui si legge che la Cgil avrebbe “un evidente interesse… a danneggiare irreparabilmente la cooperativa e quanti vi lavorano” e nella stessa si annuncia l’assenza di Villa Gaia ad un tavolo convocato presso il Comune di Andria perché “non si crede che porterà alcun effetto pratico”. Ed infatti così è stato, Villa Gaia ieri pomeriggio non si è presentata.

«Siamo di fronte a scorrettezze nei confronti dei lavoratori e anche a sgarbo istituzionale verso il sindaco Nicola Giorgino che ci ha convocati per dirimere il contenzioso. Un atteggiamento di arroganza che si palesa in più questioni: innanzitutto sul fronte della trattativa mettendoci davanti ad un aut aut, queste sono le proposte, prendere o lasciare senza considerare, invece, il nostro atteggiamento di apertura dimostrato dal fatto che non abbiamo posto in esecuzione alcuno dei titoli esecutivi che il Tribunale di Trani ha concesso sino al termine delle trattative» -, spiega il segretario generale della Cgil Bat, Giuseppe Deleonardis.

«Sembra che Villa Gaia voglia dare a noi responsabilità che non ci appartengono e che riguardano la gestione, forse i vertici della cooperativa hanno altre idee in testa per il futuro e stanno cercando un capro espiatorio. Ulteriore scorrettezza si evince nel tentativo di creare divisione con le altre organizzazioni sindacali, infatti Villa Gaia, invece di impegnarsi nel ricercare soluzioni alternative, preferisce attaccare la Cgil che, guarda, caso, rappresenta i lavoratori rei di non aver accettato le condizioni capestro proposte. Lavoratrici, peraltro, non più dipendenti a seguito di licenziamento da luglio 2018 di una parte, di dimissioni per giusta causa nel secondo semestre del 2018 e di procedure di licenziamento collettivo ai sensi della 223. Noi andremo avanti nella difesa dei nostri iscritti per ricevere fino all’ultimo centesimo delle loro retribuzioni e dei Tfr.

Rivolgiamo, a questo punto, un appello al Sindaco, affinché, l’Ente versi direttamente ai lavoratori i fondi che deve alla cooperativa per i servizi che ha garantito per conto della committenza, in modo tale che questi addetti possano subito recuperare ciò che gli spetta. Ci spiace dover constatare come questo sia un esempio di cooperativa che utilizza risorse pubbliche non garantendo lavoro di qualità e rispetto dei diritti individuali. È evidente che il pubblico deve vigilare su queste anomalie ed intervenire, posto che il sindaco Giorgino, in particolare, fin qui ha sempre rispettato gli impegni assunti e gli accordi fatti, così come stabilito nel protocollo sulle relazioni sindacali e sulla legalità negli appalti. A questo punto - conclude Deleonardis -, anche i soldi che arriveranno dallo Stato conseguenti al piano di riequilibrio, destinati in parte alla cooperativa, devono essere bloccati in favore dei lavoratori».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • ANONIMA ha scritto il 22 marzo 2019 alle 10:45 :

    Concordo con il mio collega. Ho lavorato in questa realtà per ben 10 anni, e i "VERTICI DELLA COOPERATIVA" mi hanno dato la possibilità di CRESCERE professionalmente e di REALIZZARE progetti di vita. COME E' POSSIBILE DIMENTICARE TUTTO QUESTO??? La Cooperativa, come molte altre realtà andriesi, sta attraversando un periodo critico, e insieme ad ALCUNI dipendenti, stanno facendo il POSSIBILE per superare questo momento. RISPETTO, quindi, per tutti coloro che CONTINUANO a lavorare CON AMORE IN QUESTA REALTA' nella speranza di CONSERVARE un posto di lavoro , nonostante tutte le DIFFICOLTA'; RISPETTO ANCHE PER TUTTI GLI UTENTI LEGATI AI LORO CARI OPERATORI AI QUALI, SPERO MAI, VENGA DATA LA TRISTE NOTIZIA DI DOVER RINUNCIARE A TUTTO QUELLO CHE E' STATO COSTRUITO FINO AD ORA. Rispondi a ANONIMA

  • Michele L. ha scritto il 22 marzo 2019 alle 00:13 :

    La difesa dei lavoratori al di sopra di tutto e senza esitazioni! Il pubblico vigili... bene! Rispondi a Michele L.

  • Butterfly ha scritto il 21 marzo 2019 alle 22:46 :

    In questo momento storico della cooperativa sento solo di porgere, con tutte le mie forze e immensa gratitudine, il mio sostegno e ammirazione per chi ha deciso di continuare a lavorare e credere che possa esserci una rinascita....il resto lo lasciamo alla pochezza dei contenuti di questo articolo. Rispondi a Butterfly

    Aaa ha scritto il 23 marzo 2019 alle 13:40 :

    Certo cara G. L. mica puoi parlare male della cooperativa di famiglia. La pochezza la lasciamo a te e famiglia. Tanto saluti Rispondi a Aaa

    Butterfly ha scritto il 23 marzo 2019 alle 23:36 :

    Cooperativa di famiglia? Non esiste da nessuna parte....la cooperativa é formata da soci e non mi sembra che i soci siano tutti parenti! Rispondi a Butterfly

    Aaa ha scritto il 24 marzo 2019 alle 17:14 :

    https://www.andrialive.it/news/attualita/798981/villa-gaia-un-ex-dipendente-scrive-che-la-vera-verita-venga-fuori 🤫🤫🤫

    Legge Basaglia ha scritto il 23 marzo 2019 alle 18:13 :

    Aaa la pochezza è delle persone che infangano senza alcuna prova per supportare le loro teorie se non con la menzogna. Vorrei ricordarti che quelle persone che tu tanto disprezzi sono le stesse che per garantirti lo stipendio sino all'anno scorso hanno messo come garanzia le loro proprietà e quelle dei loro familiari e questa è una verità inconfutabile. Se tutto questo livore l'avreste dimostrato contro questa amministrazione comunale sarebbe stato molto più apprezzato. Rispondi a Legge Basaglia

    Aaa ha scritto il 24 marzo 2019 alle 17:11 :

    😂😂😂🤐

    Mt ha scritto il 22 marzo 2019 alle 11:20 :

    Nessuno sta sputando nel piatto in cui ha mangiato! Nessuno vuole la chiusura della cooperativa. Probabilmente avevi le forze economiche per poter andare avanti senza percepire lo stipendio. Io non ho la stessa fortuna ed ho dovuto rimboccarmi le maniche e cercare altro o non potevo mettere il piatto sulla tavola. Le pochezze sono altre nella vita, non questo articolo. Speriamo tutti nella rinascita della Coop. Ma non continuate ad additare chi cerca di recuperare i suoi soldi Rispondi a Mt

    Butterfly ha scritto il 23 marzo 2019 alle 05:37 :

    Anche le insinuazioni le lascio alla pochezza del commento...qui ci stiamo rimboccando tutti le maniche ma la cosa certa è che i panni sporchi si lavano in casa e che aver alzato questo polverone mediatico non ci darà quello che ci spetta! Rispondi a Butterfly

    Aaa ha scritto il 23 marzo 2019 alle 22:35 :

    😁😁Beccata in pieno...Sei come Ambra Angiolini, ai tempi di "non è la rai" vivi con l'auricolare nell'orecchio e dalla regia ti suggeriscono tutto. Fai bene "intelligenti pauca". Nelle famiglie quelle vere non esistono "panni sporchi" esistono i rapporti umani quelli veri. Apri gli occhi Biancaneve ops G. L.

  • Flx ha scritto il 21 marzo 2019 alle 20:26 :

    Sono un dipendente della stessa cooperativa. CHE LAVORA E TUTTORA SI BATTE PER CERCARE UNO SPIRAGLIO A QUESTO TUNNEL... E non come gli iscritti alla CGIL che fin dall'inizio di questo problema ha fatto di tutto per creare un muro, creare disagi infiniti a tutti i lavoratori di Villa Gaia, non si sa per quali secondi fini, o meglio, si sanno, ma non è questa la sede per diffamarli. Volevo ricordare al sindacalista che le lavoratrici erano prima di tutto SOCIE e, in una cooperativa, mettere a disagio, per usare un eufemismo, un altro socio è SCORRETTO E SENZA MORALE. Siamo grandi a parole sui giornali, ma nella realtà le lavoratrici CGIL sono piccole e senza riguardo verso chi fino a ieri ha lavorato fianco a fianco. Rispondi a Flx

    Aaa ha scritto il 24 marzo 2019 alle 17:16 :

    https://www.andrialive.it/news/attualita/798981/villa-gaia-un-ex-dipendente-scrive-che-la-vera-verita-venga-fuori 🤫🤫🤫🤫 Rispondi a Aaa

    Tizio e Caio ha scritto il 23 marzo 2019 alle 10:32 :

    Hahaha Rispondi a Tizio e Caio

    Glx ha scritto il 22 marzo 2019 alle 09:56 :

    Mia cara FLx, mi fa molta tristezza questo commento essendo anche io nella stessa barca. Mi fa tristezza perché sembra una guerra tra poveri, mi fa tristezza nella parole non di denuncia ma di accusa ,mi fa tristezza perché non abbiamo un mostro da distruggere ma semplicemente perché entrambi (così come altre 80 persone) abbiamo da rivendicare i nostri diritti ed i nostri soldi sudati. Noi, ex lavoratori Cgil, insieme a tutti voi (chi lavora ancora e chi no) non vogliamo distruggere la Cooperativa (anche noi ex soci) ma vogliamo ad arrivare ad un “accordo” che non sia unilaterale ma che insieme si costruisca questo accordo stesso. Nessuno di noi ha alzato questo MURO e non so come tu abbia la saccenza di dire ciò. Ti invito mia cara collega di abbassare i toni e proseguiamo insieme Rispondi a Glx

    Flx ha scritto il 22 marzo 2019 alle 11:57 :

    La saccenza è di chi si erge a difensore, a parole, non di chi ha l'umiltà di continuare a LAVORARE SUL CAMPO... Rispondi a Flx

    Flx ha scritto il 22 marzo 2019 alle 11:47 :

    Glx i toni sono stati inaspriti fin dall'inizio di questa storia da chi è sempre andato contro ogni tipo di trattativa, da chi ha fatto incontri alle spalle degli altri soci, da chi, sapendo la situazione da dove deriva, ora difende l'istituzione Comune, da chi non gliene importa niente della persona debole che gli era stata affidata e che da un momento all'altro si è sentito abbandonata da chi credeva il proprio angelo custode, da chi ha sparso voci infondate pur di colpire la cooperativa fin dall'estate scorsa.... Voglio continuare? Chi ha creduto, è stato zitto non perché stupido, ma perché ha ideali e dignità da difendere Rispondi a Flx

    Abc ha scritto il 23 marzo 2019 alle 22:43 :

    Fatti calpestare come desideri. Abbi almeno la compiacenza di zittire...se proprio devi parlare fallo solo per belare, ti riesce molto bene ahahahh

    Flx ha scritto il 23 marzo 2019 alle 09:29 :

    Dimostriamo questi quattrini! Dimostriamo anche tutti i benefici che i dipendenti, fin quando c'era la pagnotta da spartire, ne hanno abusato!

    Glx ha scritto il 23 marzo 2019 alle 08:29 :

    “Gli angeli custodi terreni” devono poter anche mangiare. Sento davvero belle parole scritte ovunque ma uno deve poter pagare l’affitto, le spese mediche, la spesa. Tutti voi con queste belle parole avete spalle coperte da marito e parenti o non parlereste così. Dimmi che non è vero....

    Aaa ha scritto il 23 marzo 2019 alle 08:29 :

    Ti pagano per scrivere queste stupidaggini? Sei dotata/o di cervello! Usalo ogni tanto... La realtà è altro. I vertici della cooperativa sino ad ora non hanno mai perso un centesimo, anzi in tasca si son messe fior di quattrini.