Il fatto

Aggredito infermiere in pronto soccorso, riportate fratture e lesioni multiple

Autore dell’aggressione sarebbe il parente di un paziente, identificato dai Carabinieri

Cronaca
Andria sabato 14 novembre 2020
di La Redazione
Ospedale Bonomo
Ospedale Bonomo © Andrialive

Brutale aggressione ai danni di un infermiere nella sera tra giovedì e venerdì nel pronto soccorso dell’Ospedale “Bonomo” di Andria.

Autore dell’aggressione il figlio di un paziente: l’uomo avrebbe prima inveito contro un’infermiera per poi scagliarsi contro un altro infermiere che assisteva dei pazienti covid con una testata che ha provocato nel sanitario un trauma cranico con perdita di coscienza, frattura del setto nasale, lesioni multiple al volto che hanno richiesto anche punti di sutura.

Dopo la denuncia, i Carabinieri avrebbero identificato l’autore dell’aggressione.

L’invito è naturalmente a evitare comportamenti violenti, soprattutto nei confronti del personale sanitario, già provato dall’intenso sforzo per contenere i danni dell’epidemia in corso. Il momento è difficile per tutti, bisogna mantenere la calma ed evitare di prendersela proprio con chi sta proteggendo la nostra salute.


Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Carmela Patruno ha scritto il 15 novembre 2020 alle 12:49 :

    Vergogna solo vergogna io sono di andria ma abito a bologna e sono oss anche qui la situazione e ' difficile ma essere aggrediti sul posto di lavoro e il colmo queste persone meritano solo punizione noi siamo li per fare il nostro lavoro e aiutare la gente in questo momento buio e difficile... Rispondi a Carmela Patruno

  • Nicola Zagaria ha scritto il 15 novembre 2020 alle 12:04 :

    Peccato sentire certe notizie di gente violente che non sanno usare l’uso della parola, queste persone vanno isolate e affidate alla legge purtroppo ad Andria e uso comune della violenza . Rispondi a Nicola Zagaria

  • Gianni Doria ha scritto il 15 novembre 2020 alle 09:40 :

    Che schifo! La gente esce sempre più fuori di testa. Da urente ultradecennalle degli ospedali e della sanità per patologie croniche va tutta la mia solidarietà a tutto il personale sanitario . Rispondi a Gianni Doria

  • Agata Lomuscio ha scritto il 15 novembre 2020 alle 06:46 :

    È un periodo difficile per tutti , manteniamo la calma , il personale sanitario sono lì per aiutarci e non per essere aggrediti! Rispondi a Agata Lomuscio

  • Teresa Mennuni ha scritto il 14 novembre 2020 alle 18:22 :

    Sono disgustata da questo episodio solidarietà al collega Infermiere Rispondi a Teresa Mennuni

  • Indignato speciale ha scritto il 14 novembre 2020 alle 16:26 :

    Il gesto non ha scuse!e lo ribadisco! Ma la maleducazione della maggior parte degli infermiri,riscontrata solo nel nostro comune,al contrario di quelli limitrofi,e da condannare sicuramente! Rispondi a Indignato speciale

  • Guido Lavespa ha scritto il 14 novembre 2020 alle 16:11 :

    M...andria, anche quando non c'era il Covid-19 era così, e il sevizio d'ordine in ospedale che fà? E poi un'altra considerazione, ma in ospedale o al P.S. non devono accedere solo i pazienti bisognosi di cure? Che altro dire di questo episodio, una sola cosa all'autore, VERGOGNATI, e comunque tuo padre sarà lo stesso curato con tutta l'attenzione del caso. Rispondi a Guido Lavespa

  • Leonetti Cristina ha scritto il 14 novembre 2020 alle 14:32 :

    Sono senza parole. Giuro . Rispondi a Leonetti Cristina