Le dichiarazioni

Regolamento zona Pip, piscina comunale ed evento Gucci: l'intervista alla Sindaca

Giovanna Bruno sulla sfilata di lunedì 16 maggio: «Abbiamo dovuto convincerci che è un evento privato e come tale va rispettato e vanno rispettate le scelte della maison»

Cultura
Andria sabato 14 maggio 2022
di La Redazione
Giovanna Bruno
Giovanna Bruno © AndriaLive

L'approvazione in Consiglio comunale del nuovo regolamento della zona PIP cambia il volto economico e le prospettive future del comparto produttivo andriese e non solo: «Un obiettivo che abbiamo raggiunto con un'approvazione massiccia in consiglio comunale dopo un'ampia discussione e dopo avere impiegato davvero tanto tempo per recepire, innanzitutto, quelle che fossero le reali esigenze del mondo imprenditoriale e produttivo andriese e non solo. Abbiamo poi fatto un'analisi approfondita con gli uffici comunali per capire cosa non avesse funzionato della precedente regolamentazione; abbiamo cercato di incasellare il tutto in quelle che sono le attuali esigenze del mondo economico, del mondo produttivo e quindi abbiamo partorito il nuovo regolamento che sarà molto più veloce in termini proprio di realizzazione; molto più snello dal punto di vista burocratico e che prevederà una serie di controlli che finora non sono mai stati attivati.

Ovviamente - prosegue la Sindaca Bruno - il regolamento va a disciplinare quello che accade da oggi in avanti, poi c'è tutta una partita retrostante che riguarda quasi 25 anni di piani di insediamenti produttivi, il primo piano risale al 1998, ma è cambiato il mondo nel frattempo e ci sono ancora delle partite da sistemare che non hanno trovato ancora compimento. Ci faremo carico anche di questo».

Questione piscina comunale, c'è stata la revoca alla ditta aggiudicataria. Ci saranno i tempi per poter utilizzare questo bene comune il prima possibile? «Questo è un altro obiettivo dell'amministrazione comunale: riqualificare tutti i beni esistenti e renderli fruibili nel minor tempo possibile - commenta Giovanna Bruno - lo abbiamo già fatto per altri impianti sportivi, lo abbiamo fatto anche per altri luoghi di aggregazione. Speravamo di riuscire a farlo in tempi brevi anche per la piscina comunale, anzi eravamo quasi pronti ma una serie di situazioni hanno bloccato le procedure fino a quando poi siamo arrivati alla sottoscrizione del contratto e la società che era risultata aggiudicataria, con il bando del 2018-19, non si è manifestata disponibile alla sottoscrizione del contratto secondo tutto quello che era previsto. Quindi, piuttosto che tenere questa procedura in sospeso abbiamo optato per la revoca di quella aggiudicazione proprio per essere "liberi di fare scelte nell'immediato" e utilizzare questa fase estiva per lavorare su un nuovo avviso che nel frattempo deve considerare anche tutto quello che è successo alla struttura comunale della piscina, cioè una serie di danni, di carenze che già si sono verificati all'indomani della aggiudicazione di quella gara».

Non possiamo non parlare dell'evento degli eventi che sarà destinato a segnare gli archivi storici della nostra città: Gucci lunedì 16 maggio, ad Andria, per il suo defilee: quali le prospettive di questo evento di portata mondiale nella città di Andria? «Innanzitutto mi piace sottolineare il fatto che questo evento si inserisce in un serie di altre opportunità per far conosce il territorio anche fuori dai nostri confini e questo è molto bello, abbiamo avuto anche il principe di Monaco, abbiamo avuto tante iniziative l'anno scorso: ci stiamo impegnando per fare in modo che il maniero sia sempre più collegato alla città di Andria. Quello di Gucci è un evento a cui oggettivamente non si può dire di essere preparati perché non ci sono precedenti e quindi abbiamo dovuto anche entrare in una logica differente: abbiamo dovuto convincerci che è un evento privato e quindi come tale va rispettato e vanno rispettate le scelte, vanno rispettate le soluzioni che sono state adottate. Sono sicura che sarà uno spettacolo meraviglioso perché tutte le volte in cui abbiamo visto il nostro Castello come sfondo: al G20 o ancora all'Eurovision song Festival o in altre circostanze trepidiamo di gioia, quindi sapere che una Maison così importante va a collegare la sua immagine con il nostro Castel del Monte ci inorgoglisce, ma ci impone anche di lavorare in maniera costante e incessante affinché tutta la ricaduta, in termini di immagine e di turismo che si potrà sviluppare in seguito a questi eventi passi, in qualche modo, dalla città di Federico che è Andria».

Alla Sindaca abbiamo chiesto se sarà rpesente al defilee e all'after party lunedi 16 maggio: sorride, sembra una risposta affermativa: «Lo vedremo se ci sarò, la Sindaca rappresenterà un po' tutta la città in questo contesto assolutamente nuovo. Incrociamo le dita e vediamo lunedì cosa succede».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • alessandro patruno ha scritto il 16 maggio 2022 alle 07:43 :

    Non ho capito bene, se la sindaca non sà se ci sarà o vuole farci una sorpresa...mha!! Nel secondo caso noi tendenzialmente dormiremmo lo stesso stanotte. Rispondi a alessandro patruno

  • Alessandro Rendine ha scritto il 14 maggio 2022 alle 10:10 :

    L'evento Gucci al Castel del Monte è certamente importante ed è logico che la dott.sa Bruno ci vada, ma è altrettanto opportuno che la stessa dedichi uguale attenzione alle lamentele dei suoi concittadini per il disservizio in atto (fin dai primi giorni di aprile) presso il Cimitero di Andria. Rispondi a Alessandro Rendine