Realizzazione di un hackathon per superare il gap di genere

La scuola “Vaccina” a gara di STEAM

Il progetto vincitore, denominato “Garden STEAM”, è stato concepito per presentare iniziative, strategie didattiche e cambiamenti nella organizzazione della scuola, teso a favorire una “Officina” del Sapere

Cultura
Andria sabato 14 maggio 2022
di La Redazione
La scuola “Vaccina” a gara di STEAM
La scuola “Vaccina” a gara di STEAM © nc

Da tempo nella scuola si sta vivendo un cambiamento significativo teso a favorire un processo di apprendimento più fluido delle discipline e a far acquisire agli studenti abilità e competenzespendibili, in un modo più immediato, nel vissuto quotidiano.

È quanto accade ad esempio con le discipline STEAM – Scienza, Tecnologia, Ingegneria, Arti e Matematica –, diventate da tempo oggetto di una filosofia dell’educazione, che concepisce come un tutt’uno abilità e materie e che vengono proposte o insegnate in un modo che si avvicini il più possibile alla vita reale, con un approccio che ricalchi il più possibile il problem solving: in particolare la necessità di analizzare cause ed effetti di un fenomeno e di proporre delle soluzioni.

Numerosi sono i progetti di educazione STEAM supportati dal ministero, tra cui “una rete per il Sud. Obiettivo STEAM” che ha come scuola capofila il Liceo “Pascasino” di Marsala e che, a sua volta, ha coinvolto circa trenta scuole del sud Italia: Puglia, Calabria, Campania e Sicilia con una partecipazione di circa 1200 studenti.

La scuola secondaria di primo grado “P.N. Vaccina” di Andria ha partecipato attivamente sia alla fase di formazione e programmazione (fase I), a cui hanno aderito i docenti I. Fasciano, F. Mansi, per la disciplina di Tecnologia e A.Quacquarelli per Matematica e Scienze; e successivamente alla gara (fase II) e a cui hanno partecipato gli alunni delle classi I A, 1E, 2F i giorni 4,5,6 Maggio. La gara ha visto sfidarsi tutti gli alunni di tutte le scuole aderenti al progetto su di un problema da risolvere e lanciato dai formatori in plenaria on line a tutti i partecipanti. Gli alunni hanno dovuto studiare idee innovative per superare il gap di genere nelle professioni in ambito STEAM. 

Il metodo di lavoro utilizzato da tutti i partecipanti è stato quello dell’hackathon, ovvero gli studenti hanno lavorato per i tre gironi previsti per l’evento, in team su di un’idea progettuale, frutto della loro creatività, utilizzando risorse digitali. Al termine dei tre giorni, nell’ambito di una sessione plenaria on line, sono stati presentati i lavori di tutti i gruppi di tutte le scuole e sono stati in quell’occasione proclamati i vincitori, uno per ogni scuola. 

Per la scuola secondaria di primo grado “P.N.Vaccina” il gruppo che è stato premiato dai 4 esperti della giuria per la coerenza della proposta con la sfida, per l’innovazione dell’idea, per la qualità della presentazione e la sua fattibilità è il gruppo proveniente dalla classe I A, guidati dall’insegnante A. Quacquarelli  e composto dagli alunni Basile G., Falcetta. S., Rubini A., Zampogna S. e Zingaro G. 

Il progetto vincitore, denominato “Garden STEAM”, è stato concepito per presentare iniziative, strategie didattiche e cambiamenti nella organizzazione della scuola, teso a favorire una “Officina” del Sapere  STEAM.

Gli alunni vincitori e il docente referente, parteciperanno il 13,14,e 15 Ottobre alla terza fase del progetto che si svolgerà in presenza a Marsala: una vera e propria maratona STEAM e che prevede la partecipazione a workshop, meeting, momenti formativi, laboratori di creatività, di arte, realtà aumentata, tecnologia, robotica ed elettronica.

Lascia il tuo commento
commenti