Le interviste ai protagonisti

Formare per includere, al via un percorso sui Bisogni educ. speciali per i docenti del "Colasanto"

L’integrazione scolastica degli alunni con disabilità costituisce un punto di forza della scuola italiana, e in particolare dell'Istituto "Colasanto": l'obiettivo è creare una comunità accogliente

Cultura
Andria sabato 28 settembre 2019
di Lucia M. M. Olivieri
Formare per includere, al via un percorso sui Bisogni educ. speciali per i docenti del
Formare per includere, al via un percorso sui Bisogni educ. speciali per i docenti del "Colasanto" © ColasantoPress

La scuola come laboratorio di innovazione anche sociale, per potenziare i punti di forza di tutti i ragazzi: si apre sotto ottimi auspici il corso di formazione "Strategie di intervento per l'inclusione degli alunni con disabilità, BES e DSA" presso l'istituto di istruzione superiore "Colasanto" di Andria, che ieri ha accolto tutti i docenti, curricolari e di sostegno, per il primo incontro con la dottoressa Selena Brescia, psicologa e psicoterapeuta della Asl Bat.

L’integrazione scolastica degli alunni con disabilità costituisce un punto di forza della scuola italiana, e in particolare dell'Istituto "Colasanto", che, come ricorda il Dirigente scolastico Cosimo Antonino Strazzeri, «accoglie più di 100 alunni con disabilità, che vengono da noi fiduciosi delle occasioni formative e dell'accoglienza riservata da tutto il personale scolastico»: l'obiettivo è creare appunto una comunità accogliente nella quale tutti gli alunni, a prescindere dalle loro diversità funzionali, possano realizzare esperienze di crescita individuale e sociale. La piena inclusione degli alunni con disabilità è un punto focale della mission che la scuola persegue attraverso una intensa e articolata progettualità, valorizzando le professionalità interne e le risorse offerte dal territorio.

Una sfida appassionante, che coinvolge tutto il corpo docente, coordinato dalle referenti Raffaella Napolitano e Adriana Zucaro, e che si apre alla sperimentazione di forme sempre più coinvolgenti di inclusività sociale.

Alla dott.ssa Brescia il compito di presentare il progetto pilota della Asl Bat sul nuovo format del Piano Educativo Individualizzato e sulle chiavi di interpretazione della diversità e della ricchezza che ogni alunno può offrire.

Nel video le interviste ai protagonisti.

Lascia il tuo commento
commenti