La nota

Rifiuti abbandonati nelle campagne, FdI: «Un problema che mina la qualità della vita dei cittadini»

«Bisognerebbe lavorare dapprima sul grado di inciviltà di una parte della cittadinanza, ma la situazione è incresciosa e non vediamo iniziative da parte del gestore della raccolta ne tantomeno dell’amministrazione comunale»

Politica
Andria martedì 24 maggio 2022
di la redazione
Rifiuti abbandonati nelle campagne andriesi
Rifiuti abbandonati nelle campagne andriesi © AndriaLive

«La situazione dei cumuli di rifiuti abbandonati nelle zone più periferiche della città e nelle campagne andriesi è diventato pian piano un problema serissimo e di tutta evidenza. Con l’avvio della bella stagione il problema si fa ancor più evidente, a causa del maggior utilizzo delle residenze di campagna, aggiungendosi al perenne problema del degrado della zona PIP (vedi il recentissimo incendio di sterpaglie e rifiuti)» dichiarano dalla segreteria cittadine di Fratelli d’Italia.

«Le pochissime zone adibite alla raccolta sono adornate da montagne di rifiuti sparse nei dintorni, rifiuti abbandonati in punti occasionali, rifiuti speciali rilasciati qui e là e nelle campagne. Una situazione indegna, indecorosa e, soprattutto, pericolosa per i cittadini residenti nelle immediate vicinanze. Dalle polveri volatili e liquami ai cattivi odori, dai branchi di cani randagi che albergano nelle vicinanze ai cinghiali che percorrono le strade limitrofe per cibarsi dei rifiuti alimentari, dal decoro urbano demolito dallo scenario raccapricciante ai turisti a cui viene offerto questo biglietto da visita della città.

Di certo bisognerebbe lavorare dapprima sul grado di inciviltà di una parte della cittadinanza, ma la situazione è incresciosa e non vediamo iniziative da parte del gestore della raccolta ne tantomeno dell’amministrazione comunale. Le soluzioni, come sempre, ci sono e viste le risorse straordinarie messe a disposizione dal PNRR e dalla Regione Puglia, ci chiediamo come mai nulla si muove in tal senso, lasciando i residenti e la città nell’abbandono più totale. Tutto viene lasciato alle iniziative della associazioni ambientaliste che, per ovvie ragioni, non bastano a risolvere in maniera definitiva il problema.

Manca un piano organico di controllo del territorio, ricorrendo occasionalmente ad iniziative spot che non risolvono il problema ma sembrano essere utili al politico di turno per auto congratularsi con se stessi. Il programma elettorale del Sindaco prometteva iniziative per aumentare i punti di raccolta e smistamento dei rifiuti, politiche di controllo più severe e premialità per i cittadini virtuosi ma, dopo quasi due anni di amministrazione, non vediamo alcuna iniziativa in tal senso da parte dell’amministrazione comunale.

Chiediamo coerenza e risposte ed iniziative per un problema grave che mina la qualità della vita dei cittadini, favorisce il randagismo e mostra a turisti e forestieri una pessima immagine della città, specie nei luoghi del tanto decantato (almeno sulla carta!) turismo rurale».  

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Taniadimuro ha scritto il 26 maggio 2022 alle 20:09 :

    Le campagne!!!!!! E in citta'? E davanti alle scuole e lungo i marciapiedi e nella comunale?????? È un degrado,viviamo tra porci e incivili,ma perché non mi assumere come sentinella ,sono disposta a trascorrere una serata nella pineta e filmare gli incivili per poi multarli???? Visto che ,sono una massa di incivili,lordi e con le maniere buone non lo capiscono,allora perché non procedere con le maniere cattive e severissime????? Rispondi a Taniadimuro

  • Massimiliano sgaramella ha scritto il 24 maggio 2022 alle 13:18 :

    È vero le campagne, ma questa mattina accanto alla fontana di via Ospedaletto c'era un cumulo di rifiuti, Rispondi a Massimiliano sgaramella