Il resoconto

Il Consiglio approva il rendiconto e il bilancio di previsione

La Sindaca Bruno: «Maggioranza compatta nel sostenere i provvedimenti di bilancio dal previsionale 2022 al rendiconto di gestione 2021»

Politica
Andria giovedì 30 giugno 2022
di la redazione
Consiglio comunale
Consiglio comunale © AndriaLive

Approvato a maggioranza ieri sera, con 18 voti favorevoli, 6 contrari e 2 astenuti, il Bilancio di Previsione Finanziario 2022/2024. Il Consiglio Comunale ha pure approvato tutti gli atti propedeutici al bilancio.

In particolare, a maggioranza, con 4 voti contrari e 5 astenuti, il Programma Triennale delle opere pubbliche 2022/2024 e l’elenco annuale 2022; il Programma Biennale 2022-2023 degli acquisti di beni e servizi con 17 voti favorevoli e 9 astenuti; il Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni Immobiliari 2022/2024 con 17 favorevoli, 5 contrari e 3 astenuti; la Nota di Aggiornamento del Documento Unico di Programmazione (D.U.P) 2022-2024 con 17 voti favorevoli, 7 contrari e 3 astenuti.

Approvato a maggioranza, 18 favorevoli e 6 voti contrari, anche il Rendiconto della gestione per l’esercizio 2021.

«Maggioranza compatta nel sostenere i provvedimenti di bilancio - dichiara la Sindaca, Avv. Giovanna Bruno - dal previsionale 2022 al rendiconto di gestione 2021. Sono atti importanti che delineano l’azione amministrativa. É chiaro che i vincoli sono sempre tanti perché la condizione generale dell’Ente non è quella di un Comune in salute finanziaria.

Però si cominciano ad intravedere i primi segnali della lunga azione di risanamento in cui tutti siamo coinvolti.

Al di là dei termini di scadenza accordati agli enti (quest’anno il bilancio di previsione può essere approvato entro il 31.7), resta per questa amministrazione importante darsi l’obiettivo di licenziare il bilancio di previsione entro il 31.12 di ogni anno perché da questo dipendono tanti aspetti importanti per la vita dell’Ente, dal piano assunzionale alla gestione delle urgenze, che purtroppo ci sono.

Ringrazio l’assessore Vilella per l’impegno profuso, unitamente alla dirigente dott.ssa Cialdella e a tutto l’ufficio, che davvero ha dovuto barcamenarsi tra tante difficoltà e contemporaneamente a varie scadenze e alla gestione, non facile, del piano di riequilibrio.

Un ringraziamento al collegio dei revisori e, in particolare, ai gruppi politici di maggioranza per il lavoro di confronto e di sintesi effettuato.

Faremo sicuramente tesoro anche di tutte le sollecitazioni derivate dal contributo delle minoranze, ritenendole valide quando orientate alla maggiore efficienza del nostro Comune per il bene di tutti.

Il consiglio ha licenziato pure altri atti importanti, come il piano triennale delle opere pubbliche - conclude la Sindaca, Avv. Giovanna Bruno – orientato non a raccontare sogni ma a completare, con pazienza, tutto ciò che giace incompiuto da lunghi anni e a programmare quegli interventi che danno la percezione di una città che vuole cambiare aspetto, migliorandosi. E poi ancora la nota di aggiornamento al DUP».

Lascia il tuo commento
commenti