La nota del Pd

Il triste destino del mercato settimanale andriese

Vurchio: «É innegabile che il commercio su aree pubbliche stia vivendo una crisi preoccupante su scala nazionale, ma la classe politica ha il dovere di battersi per preservarne l’importanza»

Politica
Andria mercoledì 07 novembre 2018
di La Redazione
Il triste destino del mercato settimanale andriese
Il triste destino del mercato settimanale andriese © n.c.

«Lunedì mattina, – scrive Giovanni Vurchio (segretario Pd Andria) - transitando per viale Gramsci, ho potuto constatare che troppi stalli del mercato settimanale cittadino sono ormai vuoti, nonostante l’oneroso investimento, sostenuto dagli ambulanti interessati, per poter acquistare l’autorizzazione necessaria ad occupare una fetta di quel suolo. Non è possibile rimanere indifferenti.

Il mercato rappresenta un valore aggiunto per la nostra comunità, non solo commerciale, perciò non merita di essere abbandonato tra l’indifferenza dell’Amministrazione locale. É innegabile che il commercio su aree pubbliche stia vivendo una crisi preoccupante su scala nazionale, ma la classe politica ha il dovere di battersi per preservarne l’importanza. Per quanto riguarda la nostra città, credo che gioverebbe alla suddetta attività una ricollocazione nel centro cittadino. La riorganizzazione del mercato, seppur ridimensionato e meglio organizzato, ci permetterebbe di supportare un settore economico in forte crisi, come quello del commercio ambulante, e sarebbe utile a preservare anche il rilevante ruolo socio-culturale di questo appuntamento della tradizione, che da sempre risulta in grado di rappresentare una fonte inestimabile di aggregazione e scambio di idee, opinioni e posizioni».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giovanni Alicino ha scritto il 08 novembre 2018 alle 13:40 :

    Ma cosa sta dicendo, di nuovo si voglia portare il mercato nel centro? Una pazzia Vurchio. Magari si può portare a farlo ogni settimana in un quartiere diverso. Rispondi a Giovanni Alicino

  • Riccardo Sterlicchio ha scritto il 07 novembre 2018 alle 17:38 :

    Esiste anche l'evoluzione dei mercati, del commercio e di tutte le attività produttive. Evidentemente il "mercato" non è al passo dei cambiamenti. Rispondi a Riccardo Sterlicchio