La nota

Strada SS. Salvatore, Paola Albo: «Bande rallentatrici e percorsi pedonali»

L'ex assessore comunale ha indirizzato una nota al Commissario Straordinario Gaetano Tufariello chiedendo di adottare soluzioni a tutela dell'incolumità dei cittadini

Politica
Andria mercoledì 07 agosto 2019
di La Redazione
avv. Paola Albo
avv. Paola Albo © n.c.

Frequentata da devoti, pellegrini e cittadini che lì sono domiciliati, la strada che collega la città con il santuario del SS. Salvatore è stata numerose volte funestata da incidenti stradali con conseguenze spesso drammatiche.

Paola Albo, già assessore all'Istruzione del Comune di Andria, ha indirizzato una nota al Commissario Straordinario Gaetano Tufariello chiedendo di adottare soluzioni a tutela dell'incolumità dei cittadini.

“In questi giorni - si legge nella nota - ho avuto modo di riscontrare in prima persona il grado di insicurezza della strada e ho ascoltato la voce preoccupata di cittadini, di devoti, di pellegrini e dei residenti che lamentano i numerosi rischi nei quali incorrono quotidianamente a causa del traffico automobilistico e della velocità delle vetture in transito. Nelle ore crepuscolari, poi, il rischio per l'incolumità dei pedoni aumenta in maniera considerevole.

La circostanza che vede la chiusura di un tratto della Statale con la conseguente deviazione del traffico veicolare sulla strada del Santuario, non solo aggrava il disagio ma accresce anche sensibilmente le percentuali di eventi dolorosi.

Mi permetto di sollecitarLe, a nome dei cittadini, l'adozione di adeguati provvedimenti che possano mettere in sicurezza la strada e salvaguardare l'incolumità dei fedeli pellegrini e dei residenti suggerendoLe l'apposizione di bande rallentatrici nei pressi del Santuario e di prevedere percorsi pedonali delimitai da cordoli. Sono interventi che potrebbero rivelarsi provvidenziali a tutela dei pedoni"

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Domenico TURSI ha scritto il 08 agosto 2019 alle 11:39 :

    Le problematiche legate alla Via S.S. Salvatore (S.P.43) non sono, purtroppo, le uniche sollevate dall'Assessore. Durante piogge,anche di modesta entità, si verificano allagamenti stradali,prima e dopo il Santuario, molto pericolosi per l'incolumità degli automobilisti. La provincia è stata sollecitata più volte, senza mai intervenire. Basterebbe ripulire i canali laterali di recupero acqua piovana, abbandonati da anni. Rispondi a Domenico TURSI

  • Paolo Ernesto ha scritto il 07 agosto 2019 alle 16:25 :

    Ci sn cose molto più importanti a mio avviso senza comunque perdere di vista l’effettiva problematica esistente!! Rispondi a Paolo Ernesto

  • Pietro Ferrara ha scritto il 07 agosto 2019 alle 14:04 :

    Sig.ra/sig.na Albo Le chiedo cortesemente di insistere sulla sua richiesta al fine di assicurare a tutti coloro che frequentano la strada che reca al Santuario (pedoni, residenti e non, fedeli, ciclisti ecc.) la massima sicurezza. Io, abitante di via SS. Salvatore, già nell'anno 2016 rappresentai agli assessori, prima a Laere e poi a Raimondi, la pericolosità di questo tratto stradale, sterro, pieno di curve e doppie curve che impediscono la corretta visibilità, ricordando anche loro l'incidente occorso all'operatore ecologico Porro Michele che fu travolto da un'auto pirata nell'anno 2008 mentre prestava servizio proprio su detta strada. Grazie Rispondi a Pietro Ferrara

  • Eiopago antonio ha scritto il 07 agosto 2019 alle 13:30 :

    Assessore si rivolga alla provincia e non a tufariello. Le problematiche citate anche nei commenti riguardano strade provinciali ed in particolare il COMPETENTE dirigente alla viabilità. Rispondi a Eiopago antonio

  • Tony Curtis ha scritto il 07 agosto 2019 alle 10:49 :

    Chiedo all assessore Paola Albo,che la stessa attenzione si possa spostare x la strada di Via Santa Maria dei miracoli, dove li situata la basilica della Madonna dei miracoli. Sono una residente di questa zona e tutte le auto che percorrono questa via..nessuna rispetta i limiti di velocità... diventa così difficile dare quella che può essere indipendenza ai nostri figli xké qui è pericoloso..la prego di accettare questa mia richiesta grazie. Rispondi a Tony Curtis

  • Giovanni Alicino ha scritto il 07 agosto 2019 alle 10:19 :

    Ma come mai non l,'ha fatto prima quando era nella scorsa amministrazione fallimentare? E poi, prima delle bande ed altro c'è bisogno di sistemare il manto stradale. Rispondi a Giovanni Alicino