Speciale Elezioni

Speciale Elezioni 2020

Candidati al consiglio comunale 2020

Elezioni regionali 2020

Le News
La nota

​Nino Marmo sul sottovia: «Nessuna modifica al progetto di interramento»

«L’utilità del sottovia è spiegata dal fatto che in questo modo, con notevole decongestione del traffico, non ci sarebbe bisogno, una volta giunti alla stazione da via Bisceglie, di ripercorrerla per intero»

Speciale Elezioni
Andria venerdì 07 agosto 2020
di La Redazione
Nino Marmo
Nino Marmo © AndriaLive

«Sta facendo discutere la proposta che ho fatto perrealizzare un sottovia per auto e pedoni tra via Bisceglie e Via Mozart. Come sempre, e mi dispiace, invece di entrare nel merito si è preferito buttarla in caciara, insultando e lanciando accuse gratuite. Cerchiamo allora di stare ai fatti.

Per prima cosa: la proposta che ho avanzato non modificherebbe in alcun modo il progetto di interramento che è previsto dopo il ponte di via Bisceglie. Quella soletta in cemento armato, sotto i binari, fu realizzata di proposito per poi costruire il sottovia.

Inoltre, l’utilità del sottovia è spiegata dal fatto che in questo modo, con notevole decongestione del traffico, non ci sarebbe bisogno, una volta giunti alla stazione da via Bisceglie, di ripercorrerla per intero tornando nuovamente al rondò di via Bisceglie, oggi ancora ingolfato dal traffico.

Infine, riguardo ai non meglio precisati fondi con cui realizzare quest’opera, è bene sapere che dalla procedura del ribasso per il progetto di interramento restano circa 18-20 milioni di euro non ancora impegnati che mi sembrano sufficienti per altre opere connesse al grande progetto.

Prima di parlare a vanvera sarebbe cosa buona e giusta che gli altri candidati e le loro liste studiassero le carte, perché poi non ce la si può prendere quando tiriamo fuori il tema della competenza...

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Fedele porro ha scritto il 09 agosto 2020 alle 15:27 :

    con l'interramento della ferrovia da dopo il ponte di via Bisceglie il traffico veicolare sulla predetta strada rimane tal qual è oggi. Inoltre, tutta la zona di Via Mozart, Via Paganini dove ci sono diversi istituti scolastici rimangono imbottigliati dalla ferrovia. Pertanto trovo interessante e utile il sottopasso in quella zona. Rispondi a Fedele porro

    Angelo ha scritto il 16 agosto 2020 alle 08:33 :

    Questo significa incasinate ancora di più via Mozart. Dà ebbe da rendere a senso unico via Mozart e portare il traffico dalla stazione in via Paganini. Comunque ci sarebbe da urbanizzate quelle aree verdi di della stazione , dove si sono riscontrate presenze di ratti. Rispondi a Angelo