BenEssere

A decongestionarsi è l’anima, l’udito, la vista, il cuore

Mirella Caldarone Punto di vista
Andria - venerdì 06 dicembre 2019
Riverview Gardens
Riverview Gardens © Mirella Caldarone

Il sole d’inverno è un motore positivo: spinge la vita verso l’esterno, incurante del freddo.

Come chiocciola in odore di pioggia, varco l’uscio, lascio il guscio.

Una bici per compagna, vado a cercare gli odori di un tardo autunno spogliatosi già del rosso e che non disdegna abiti gialli.

Il fiume disegna un percorso sinuoso: un lungo tappeto di foglie, eredità delle passate stagioni, che ora contribuiscono all’humus di cui l’aria profuma.

C’è silenzio in queste scene naturali in piena città. I parchi urbani sono unguento balsamico, dal potere decongestionante, a protezione delle vie respiratorie. E non solo.

A decongestionarsi è l’anima, l’udito, la vista, il cuore.

Benessere: stare bene, esistere bene.

Il corpo assume posizioni naturali se si proietta verso un cammino piacevole; i pensieri sorridono se ad ispirarli sono le sonorità della fauna che vi abita.

Un sano senso euforico spinge a correre o a scivolare velocemente sull’acqua in una canoa. Si tende, quasi, a contrastare la caducità dei raggi solari d’inverno. E si corre.

Oppure si sta immobili per godere del tepore invernale, magari su una panchina, leggendo un newspaper.

Ho solcato il lungo tappeto di foglie al fianco del fiume sinuoso. In sella o ferma, ad attendere che la realtà mi concedesse proprio quella foto immaginata e voluta.

La macchina fotografica: una penna per scrivere visioni, una compagna leale, generosa, che ama la verità ma non perdona errori.

Torno a casa, grata e permeata dal calore di una passeggiata nella stagione del freddo.
Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti