​“Fate come se non ci fossi”

Marco Presta – Einaudi Editore

Gabriella D'avanzo Libri...amoci
Andria - venerdì 14 febbraio 2020
​“Fate come se non ci fossi”
​“Fate come se non ci fossi” © n.c.

Mettere in ordine le cose, perché la nostra mente è un contenitore di immagini, è un’esplosione di ricordi. Questo è l’intento: sistemare tutto.

Ogni pagina è uno spaccato di vita quotidiana, brevi racconti ricchi di ironia, sarcasmo e compassione sulle piccole miserie dell’uomo. Il lettore si immerge in una divertente riflessione sulla nostra umanità. C’è la televisione vista con l’occhio di chi ne soffre la banalità, il capodanno di urla e sgambettate, la vicina di casa che potrebbe, forse, potenzialmente, diventare attraente, lo chef del momento che rilascia interviste come se fosse un ministro. C’è la critica divertente e feroce nello stesso tempo, al mondo dei social e la quotidianità di chi, adulto si ritrova a fare i conti con il mondo che cambia.

Zio Michele, Piero, Alfonso, Margherita, sono solo alcuni dei bizzarri personaggi di queste pagine, comici, malinconici, alcuni decisamente sopra le righe, altri simili al nostro vicino di casa, ma tutti accomunati dal tentativo di vivere e sopravvivere tra i relitti di un mondo ridicolo, sminuzzato, che può fare a meno di trovare il suo senso.

Il mondo visto da Marco Presta che si tuffa tra gli altri restituendoci un’umanità che ci fa sorridere e pensare, senza giudizio, sì, ma anche senza facili vie di fuga, somiglia sorprendentemente al nostro, ma fa molto più ridere. Perché si sa, profondità e leggerezza viaggiano a braccetto come una coppia irresistibile.

“Siamo involucri abbastanza fragili e ogni tanto perdiamo e ogni tanto perdiamo brandelli di quello che vorremmo conservare, ma non c’è nulla da fare, è il prezzo da pagare agli anni.

Per sparire bisogna esserci”.

Buona lettura!


Lascia il tuo commento
commenti