La bellezza della cura - Un audio al giorno porta la luce intorno

Sperimentazione poetica come forma di cura e sostegno che si integra con le pratiche della medicina clinica

Mirella Caldarone Punto di vista
Andria - venerdì 19 marzo 2021

La Bellezza Della Cura - Bugiardino

LA BELLEZZA DELLA CURA UN AUDIO AL GIORNO PORTA LA LUCE INTORNO Un progetto di Poesia in Azione Sperimentazione poetica come forma di cura e sostegno che si integra con le pratiche della med
Poesia in Azione
Poesia in Azione © disegno - Maria Teresa De Palma

POESIA IN AZIONE è un collettivo di artisti nato ben 15 anni fa a Bari. La sua azione pluriennale ha disegnato una nuova geografia dei luoghi, della modalità di abitarli e di percepirli. La poesia vive nei posti in cui la cerchiamo, nelle emozioni, nello sguardo che posiamo sulle persone e sulle cose.

Uno dei recenti progetti del collettivo è “La bellezza della cura” in cui la sperimentazione poetica si integra con le pratiche della medicina clinica, divenendo sostegno e nuova forma di cura. Si tratta di una somministrazione quotidiana di parole e musica da ascoltare e far ascoltare attraverso le tracce di suoni e parole costruite in modo sapiente dagli artisti coinvolti nel progetto, pubblicate quotidianamente e gratuitamente.

La Bellezza della Cura può essere assunta da chiunque, a qualunque età ed in qualunque momento della vita anche più e più volte al giorno, non sono noti casi di sovradosaggio: a stomaco pieno, a stomaco vuoto, durante la colazione, in un momento di insonnia, quando fa freddo, se fa caldo.

Nel sito www.labellezzadellacura.it ogni giorno sono disponibili contenuti dai 5 agli 8 minuti, secondo una posologia che può seguire la somministrazione quotidiana dei farmaci o che si può erogare nei momenti di calma del reparto o di qualsiasi altro luogo si voglia.

Oggi, come tristemente ben sappiamo, il lavoro dei professionisti della Cura è spinto oltre il limite. Peraltro i pazienti sono, gioco forza, privati del conforto delle visite parentali e di quella parola in più che i medici e gli operatori sanitari in questo momento non sempre possono dispensare, coinvolti come sono nell’emergenza.

Il nostro progetto intende creare un respiro, un varco di ispirazione quotidiana, l’infiltrazione di una parola che va oltre. Non si intende intralciare il lavoro in corsia, né ingolfare il sistema, né sottoporre tutti a un esagerato carico uditivo.” Sottolinea l’ideatrice del progetto, la barese Silvana Kühtz.

Si allunga la lista delle istituzioni di cura che stanno adottando questo metodo con fiducia, a cominciare da una sperimentazione sistematica alla Fondazione Donatella Mauri di Losanna, Svizzera. “Ci vuole una carezza, quella è quanto possiamo dispensare con le parole, e vale tanto per i residenti/degenti che per gli operatori sanitari” dice Adele Nacci, operatrice socioculturale nella residenza per anziani della Fondazione, dove il metodo la bellezza della cura è sperimentato già da ottobre 2019.

Cerchiamo sedi di sperimentazione, medici/operatori che con i loro dispositivi elettronici e una piccola cassa vogliano diffondere le tracce che abbiamo realizzato e continuiamo a produrre in questi giorni. Cerchiamo idee, proposte, possibilità di utilizzo e sostegno al nostro progetto, fondi da enti, aziende, privati”, dice Silvana Kühtz.

Per finanziare il progetto e per ampliarlo, è stato realizzato un calendario cartaceo 2021, commissionato all’illustratrice Maria Teresa De Palma di Molfetta e alla cura grafica di Marcella Signorile. Ognuno dei mesi è accompagnato dai versi di Silvana Kühtz che si intrecciano con le 12 immagini create dall’illustratrice, in arte Merricat: un percorso che da gennaio a dicembre racconta una storia di cura, metamorfosi e rinascita. Il ricavato delle vendite è stato destinato a questo progetto e al suo ampliamento.

Si apre, tra l’altro ed in questi giorni, una nuova frontiera della Bellezza della Cura ed il metodo travalica i confini degli stati, approdando in Svizzera, nel cuore del PRINTEMPS DE LA POÉSIE Festival suisse des arts poétiques.

Il 25 marzo, Il festival svizzero ospiterà un evento in cui si presenta la versione francese della Bellezza della cura: www.labeautedusoin.net  che sarà on line già dal 20 marzo. L’evento si potrà seguire in diretta sulla pagina www.facebook.com/LeggoQuandoVoglio

Questo stesso evento si inserisce nel programma, appena iniziato, del Festival della parola | Abitare poeticamente la città, l’ultima delle creazioni di Poesia in Azione: incontri, dialoghi, presentazioni, video.

Una miccia che riaccende una visione di quanto è possibile realizzare facendo della bellezza di cui sono messaggeri gli artisti, un vessillo di cura. Per tutti.

Basta andare su www.labellezzadellacura.it e chiudere gli occhi. Buon ascolto!

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti