AUU - assegno unico familiare 2022 - Precisazioni

Che cos'è e a chi è rivolto? Decorrenza, domanda e pagamento

Nicola Pugliese Guida alla Finanza Agevolata
Andria - venerdì 14 gennaio 2022
AUU
AUU © n.c.

L'AUU - Assegno Unico Universale è il punto di arrivo del processo di riordino, semplificazione e potenziamento delle misure a sostegno dei figli a carico iniziata con le prime disposizioni ex DL 79/2021 (Assegno Ponte e Maggiorazione ANF).

Che cos'è e a chi è rivolto?

È la nuova misura di sostegno alle famiglie che assorbe le seguenti attuali prestazioni che, pertanto, cesseranno la loro operatività:

  1. Bonus mamma domani e Bonus Bebè;
  2. Assegni Nucleo familiare;
  3. Detrazioni fiscali per figli fino a 21 anni

NB le detrazioni per altri familiari a carico o con soggetti oltre 21 anni continuano ad essere corrisposte nella misura prevista ex art. 12 TUIR.

L'AUU è riconosciuto a tutti purché congiuntamente in possesso di specifici requisiti di cittadinanza italiana o UE, residenza e domicilio in Italia, sia soggetto passivo d'imposta in Italia; la misura è rivolta a favore dei dei nuclei familiari composti da

  • figli a carico minorenni;
  • figli a carico fino al 21esimo anno in determinate condizioni (che siano fiscalmente a carico);
  • figli a carico con disabilità senza alcun limite di età

Importi e modalità di quantificazione

L'AUU è quantificato sulla base dell'ISEE del nucleo familiare del figlio a carico beneficiario della prestazione, nella misura base di cui alle tabelle 1 e 2 allegate al D.lgs 230/2021 e come di seguito indicato: 

  • per ciascun figlio a carico minorenne da un max di euro 175,00 con ISEE pari o inferiore a 15.000 e fino a un min di euro 50,00 con ISEE pari o superiore a 40.000 euro;
  • per ciascun figlio a carico maggiorenne fino a 21 anni da un max di euro 85,00 con ISEE pari o inferiore a 15.000 e fino a un min di euro 25,00 con ISEE pari o superiore a 40.000 euro;

Per "figli a carico" si considerano quelli facenti parte del nucleo familiare indicato ai fini ISEE.

Sono inoltre previste delle maggiorazioni dell'assegno mensile in caso di

  1. figlio successivo al secondo
  2. quattro o più figli 
  3. figlio disabile (valutata in base alla classificazione di disabilità)
  4. giovani madri (età inferiore a 21 anni)
  5. entrambi i genitori titolari di redditi di lavoro dipendente

Per il primo triennio di vigenza dell'AUU viene inoltre riconosciuta una maggiorazione transitoria dell'assegno al fine di consentire la graduale transizione alle nuove misure, riconosciuta con ISEE non superiore a 25.000 euro e di effettiva percezione degli ANF nel corso del 2021.

In assenza di ISEE all'atto della presentazione della domanda dell'AUU l'assegno spetta sulla base dei dati autodichiarati nella domanda. Se l'ISEE verrà presentato 

  • entro il 30 giugno si avrà diritto al conguaglio con i rispettivi arretrati
  • se dal 1 luglio spetterà l'assegno calcolato sulla base del valore dell'indicatore al momento di presentazione;
  • se non presentato o con valore superiore a 40.000 euro la prestazione viene erogata con l'importo minimo

Decorrenza, domanda e pagamento

La prima decorrenza dell'AUU è fissata per marzo 2022, a regime sarà da Marzo a Febbraio dell'anno successivo.

N.B. In fase di avvio e per il periodo Gennaio e Febbraio 2022 verranno straordinariamente prorogate le attuali misure previste (ANF e detrazioni per figli a carico).

La domanda telematica di riconoscimento dell'AUU può essere presentata a decorrere dal 1 gennaio di ciascun anno, direttamente da uno dei genitori o, in sostituzione dei genitori, dal figlio maggiorenne avente i requisiti di spettanza.

In caso di nuove nascite la modifica della composizione del nucleo è comunicata telematicamente entro 120 giorni dalla nascita del nuovo figlio con riconoscimento dell'assegno dal 7 mese di gravidanza.

L'AUU è corrisposto direttamente dall'INPS con pagamento al soggetto richiedente oppure in pari misura tra i genitori.

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti