La conferenza stampa pre-gara

Fidelis - Taranto, Panarelli presenta il derby: «Sfida attesa e sentita. Mai una gara come le altre»

«Fin qui ottimo percorso, ma guai a cullarsi». Tra i federiciani, per la sfida di domani pomeriggio, out solo Clemente e Marino

Calcio
Andria sabato 01 maggio 2021
di Riccardo Alicino
Mister Panarelli
Mister Panarelli © Riccardo Alicino/Andrialive

«Non è una gara come le altre»: parola di Gigi Panarelli. Capiterà pure in un’annata anomala, frammentata da stop e rinvii e senza tifosi sugli spalti, ma Fidelis Andria - Taranto conserva sempre fascino e prestigio. Ancor di più, se infiamma il rush finale: sette partite, per incoronare la regina del torneo e circoscrivere la griglia play-off. 

Dopo il turno di stop calendarizzato dalla LND per permettere i recuperi delle sfide rinviate causa Covid, la classifica è ormai ben delineata. Andria al quarto posto, alle spalle solo di Casarano, Picerno e Taranto capolista. In conferenza stampa pre-gara, mister Panarelli non nasconde soddisfazione, ma mette in guardia i suoi: «Abbiamo fatto un ottimo percorso per 27 giornate, sette però te lo possono anche rovinare. Guai a cullarsi». I federiciani punteranno a frenare la corsa alla C degli jonici, provando a riaprire il campionato. Tuttavia, l'obiettivo principale rimane quello di difendere il piazzamento play-off: «Non guardiamo la classifica, incontriamo la prima della classe. Ma soprattutto una gara storica, attesa, sentita. Un derby, una sfida a sé. Anche loro hanno fatto un grandissimo campionato. Noi confermiamo ciò che di buono abbiamo fatto, poi si vedrà».

Un derby, dunque, sentito. E dai tanti ex. Tra i quali, proprio il tecnico dei federiciani, che a Taranto ci è nato, ci ha giocato e ci ha allenato: «Sono sì di Taranto, ma alleno l’Andria e il cuore andrà come sempre messo da parte». 

Spirito, sacrificio, coraggio: tre qualità dei suoi ragazzi che mister Panarelli ha elogiato a gran voce al termine della vittoria dalle tante conferme di Gravina, nella consueta esultanza post partita. E come spiega lo stesso Panarelli: «Abbiamo avuto la conferma del bel lavoro che stiamo facendo. E non penso che queste caratteristiche ci siano mai mancate. Ad inizio stagione, ad esempio, abbiamo anche perso qualche partita, ma disputando sempre grandi prestazioni. Nessuno di noi è stato scelto per vincere, abbiamo dimostrato tutt’altro. Ricordiamoci, però, di avere sempre margini di miglioramento».

Per la sfida di domani pomeriggio out Clemente e Marino, a causa di noie muscolari. Fischio d’inizio al “Degli Ulivi” fissato alle ore 15.

 

Lascia il tuo commento
commenti