Serie D

Fidelis - Cerignola si giocherà ad Apricena, ma la società andriese continua a insistere col CONI

Roselli: «In questo momento non vi è difatto una specifica norma che prevede proprio la sospensione della sanzione in attesa delle motivazioni»

Calcio
Andria giovedì 28 febbraio 2019
di La Redazione
Curva Nord in Fidelis Andria - Taranto
Curva Nord in Fidelis Andria - Taranto © Antonio Ventola/Andrialive

La Fidelis Andria attraverso un comunicato ufficiale ha reso noto che è in corso una costante interlocuzione con gli organi preposti per la vicenda che riguarda la sanzione da scontare con una gara a porte chiuse ed in campo neutro. La Corte di Appello Federale, al momento, non ha pubblicato ancora le motivazioni della sanzione comminata alla società biancazzurra che non può difatto decidere se proporre o meno ricorso avverso alla squalifica del campo per le note vicende di Picerno.

«Il Collegio del Coni ieri sera ha risposto ad una nostra richiesta inoltrata ad inizio settimana – spiega il Presidente della Fidelis, Aldo Roselli – dicendoci che sostanzialmente la richiesta di sospensiva è sostanzialmente legittima ma in questo momento non vi è difatto una specifica norma che prevede proprio la sospensione della sanzione in attesa delle motivazioni. Una penalizzazione che ci sembra davvero importante e per cui sin da questa mattina sono, assieme all’Avv. Marco Di Vincenzo, in costante contatto con gli organi preposti ed in particolare il CONI. Ad ora la gara si giocherebbe ad Apricena domenica prossima al “MadrePietra Stadium” con inizio alle ore 14,30 senza tifosi. Ma continuiamo a chiedere agli organi preposti quantomeno di pubblicare le motivazioni della sentenza entro la giornata odierna – ha concluso Roselli - in modo da poterci permettere di decidere se fare o meno ricorso entro domani».

Lascia il tuo commento
commenti